Sep 21 2015

Ghost Ships

We included this story in a postcard book (PDF) we published in 2009, as part of a campaign against the politics of fear. Back then, the Italian migration policies and media hypes were already creating a shroud of fear around anything that wasn’t “normal”, “regular”, “respectable”, “decent”. And already back then, the government decided that rescuing boats full of migrants that went adrift in the sea should be made illegal. This atmosphere of fear and distrust created the foundations of what is happening today, with refugee camps rising along the borders of our brave new world and dictatorships, campaigns of terror, famines and droughts devastating the rest of the planet.
In the face of all this, we felt the need to translate and republish this story, a dystopic picture of the long-term effects of the way our rich world is treating the human beings who didn’t have the luck to be born among the “rich” and the rest of the world that didn’t happen to be born human.

Continue reading


May 21 2010

Il Babau a Brutti Caratteri 6

Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita.
La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive.

Ray Bradbury, Fahrenheit 451

Brutti Caratteri, la fiera dell’editoria indipendente promossa dalla
Biblioteca G. Domaschi, da La Chimica, dal Circolo Pink e
dall’associazione Esposta di Verona e giunta ormai alla sesta edizione, è esposizione e
presentazione di volumi, dibattiti e workshop, mostre e proiezioni,
teatro e concerti. Uno spazio di confronto e di crescita reciproca al
di fuori dei percorsi angusti del populismo identitario, che vede in
ogni cultura altra un pericolo per la propria sicurezza.

Quest’anno Brutti Caratteri è dedicato ai corpi:

Corpi. Corpi sequestrati, reclusi e percossi a morte, come quelli di Stefano
Cucchi, Federico Aldrovandi, Aldo Bianzino, Stefano Frapporti, Marcello
Lonzi, Giuseppe Uva e tanti altri come loro. Corpi violati, offesi e
sfregiati come quelli delle prostitute, delle trans, delle lesbiche,
delle donne vittime di violenza nel “focolare domestico”. Corpi “a
perdere”, come quelli dei morti sul lavoro, e dei tanti lavoratori
precari e non ai quali la crisi e le politiche economiche regalano un
futuro in cui l’unica certezza è l’incertezza.


Corpi invisibili e schiavizzati, come quelli dei migranti. Corpi sottratti e normati, come quelli di chi è privato della possibilità di decidere da sé come intende vivere, amare, procreare, morire. Corpi scelti, corpi speciali, corpi franchi, quelli che combattono le guerre moderne e che sembrano fornire il modello cui ispirare il governo dello spazio pubblico nelle nostre città. Anticorpi, quelli che si sviluppano attraverso il confronto tra pari, la conoscenza, l’analisi, la diffusione di una cultura critica, libera, indipendente dal potere.


Nell’ambito dell’iniziativa, il 29 maggio alle 20.00, presso l’associazione culturale Esposta, verrà inaugurata la mostra del Babau, che si potrà ammirare durante tutto l’evento. Saranno presenti reginazabo e altri autori delle cartoline del Babau e seguirà un breve reading.

Leggi il programma completo di Brutti Caratteri.


Jan 6 2010

Parlano del Babau

Su XL di dicembre 2009 è uscita una breve recensione del Babau. Grazie a nois3lab, che l’ha scansita e messa online, oltre ad aver dato una mano non indifferente per la concezione grafica del volume.

Uno splendido commento è uscito poi su anobii: ringraziamo franco, perché per descrivere questo volumetto non avremmo saputo scrivere di meglio.


Jan 2 2010

I racconti del Babau

Quest’estate, quando abbiamo pubblicato la nostra chiamata alle armi per i racconti del Babau, pensavamo che le risposte sarebbero state poche, invece i racconti ricevuti sono stati ben 51. Di questi, trenta sono stati pubblicati sulle cartoline del Babau, che potete cercare nei nostri punti vendita, ordinare in libreria specificando che sono distribuite da Nicola Pesce Editore, o richiederci direttamente per un minimo di cinque copie scrivendoci a collanediruggine @ inventati . org

Intanto, come promesso fin dall’inizio, ecco tutti i raccontini che abbiamo ricevuto in risposta al nostro primo post.


Dec 29 2009

Il Babau e Collane di Ruggine tornano a Roma con una doppia data

BABAU_OK_LowRes Dall’8 al 31 Gennaio 2010 il Babau torna a Roma in mostra al Laboratorio Creativo Fusolab, in via Pitacco 29:


Venerdì 8 Gennaio 2010 ore 21.30: inaugurazione della mostra e presentazione del volume a cartoline "IL BABAU – PAURA DEL BUIO?!" a cura di Collane di Ruggine e paura.anche.no al Laboratorio Creativo Fusolab. Ingresso Gratuito

Sabato 9 Gennaio 2010 alle ore 21.00 il libro sarà inoltre presentato assieme al progetto Collane di Ruggine presso la Libreria Flexi, in via Clementina 9, rione Monti.

Vi aspettiamo!